Presentazione

E’ il più famoso dei formaggi tipici bellunesi. Nato dall'esperienza dei mastri casari locali, è ancora oggi prodotto nel rispetto delle metodologie tradizionali.

Grazie alla lavorazione e alla qualità delle materie prime utilizzate, dal Maggio 2010 il formaggio Piave ha ottenuto la Denominazione di Origine Protetta (DOP).

Ha sapore, dolce ed intenso, che s’intensifica con l’avanzare della stagionatura. È proposto nelle stagionature Fresco, Mezzano, Vecchio e Vecchio Oro del Tempo.

Nella tipologia fresco, presenta una crosta tenera e chiara ed ha una pasta bianca.
Nelle stagionature più avanzate, la crosta è più spessa, consistente e tendente al marrone mentre la pasta diventa color paglierino.

La storia

Prendendo il proprio nome dall’omonimo fiume, il Piave nasce ai piedi delle cime dolomitiche tra boschi antichi e verdi vallate ricche di pascoli, un ambiente duro e roccioso da secoli vocato all’allevamento del bestiame da latte.

Con il declino della Serenissima Repubblica di Venezia, che al tempo controllava gran parte del territorio, è venuto meno anche lo sfruttamento intensivo dei boschi e la fragile economia bellunese fu messa a dura prova. L’alternativa produttiva più naturale e valida che salvò la popolazione nei periodi più critici, si rivelò essere l’allevamento del bestiame da latte, in particolare bovine della razza Bruna, da parte dei piccoli proprietari terrieri di montagna e dei mezzadri di fondovalle.

Nel ...

Il territorio

Il formaggio Piave viene prodotto esclusivamente nella provincia di Belluno, situata nella parte più settentrionale del Veneto e incuneata tra il Trentino Alto Adige ed il Fiuli. E’ in questa zona, dominata dalle famose e suggestive ...